Condizioni generali di vendita e di fornitura del gruppo Flachglas Svizzera

1. In generale

1.1. Alla base di tutte le offerte, le forniture e le prestazioni delle imprese della Flachglas Schweiz (Flachglas (Schweiz AG), Flachglas Wikon AG e Flachglas Thun AG) ci sono queste Condizioni generali di vendita e di fornitura, anche se nel caso di ulteriori rapporti commerciali non si dovesse più fare esplicitamente riferimento ad esse o se noi, pur essendo al corrente di condizioni di contratto del committente contrarie o derogatorie alle presenti condizioni di vendita e di fornitura, eseguiamo forniture o forniamo prestazioni a questo senza riserve. Con il presente ci si oppone espressamente a condizioni di contratto del committente eventualmente esistenti. Tali condizioni diventano vincolanti soltanto nella misura in cui sono state riconosciute espressamente da noi per iscritto. 

1.2. Ad integrazione di queste condizioni generali di vendita e di fornitura vigono le indicazioni tecniche dei singoli prodotti nel nostro manuale del vetro Svizzera, sempre nell’edizione più recente come anche eventuali indicazioni nei listini dei prezzi.  

2. Contenuti del contratto

2.1. Le nostre offerte sono sempre senza impegno, a meno che nell’offerta non venga confermato espressamente un impegno. Per noi gli ordini impartiti diventano vincolanti soltanto dopo la nostra conferma dell’ordine scritta o elettronica. Lo stesso vale per le modifiche o gli accordi accessori come anche per i dati delle prestazioni. Per l’esecuzione dell’operazione è determinante il contenuto della conferma. Al più tardi con l’accettazione della merce, il committente riconosce le nostre condizioni generali di vendita e di fornitura. 

2.2. Nel caso di modifiche o di annullamenti di ordini, il committente si fa carico delle spese sorte fino a tal momento. Per motivi imputabili alla produzione e all’EED, per tutti i prodotti possono sorgere delle spese già a 24 ore dall’impartizione dell’ordine, anche se il presunto termine di consegna da noi indicato è decisamente più tardi.  

2.3. I nostri vetri sono calcolati 1 cm su 1 cm; tutte le dimensioni intermedie vengono arrotondate. La più piccola misura di calcolo per i vari vetri si orienta al listino prezzi attualmente valido. Per le lastre di vetro dalla forma irregolare, si calcola la superficie del rettangolo dal quale vengono ritagliate. I sovrapprezzi risultano dal listino prezzi attualmente valido. 

2.4. Per la validità generale delle tolleranze dei nostri vetri e per le eventuali lavorazioni rimandiamo al nostro manuale vetro Svizzera. Trovate la sua versione attuale nel nostro sito Web.

3. Prezzi

3.1. Vigono i prezzi menzionati nella conferma dell’ordine più l’imposta sul valore aggiunto di legge valida di volta in volta. Se il termine di consegna previsto nella conferma d’ordine è superato per motivi che rientrano nell’ambito di responsabilità del committente, allora vigono i prezzi attuali del giorno della consegna. 

3.2. I nostri prezzi si intendono franco magazzino principale del cliente, imballati, più eventuali supplementi come ad esempio TTPCP, supplemento per l’energia ecc., nonché maggiorati dell’imposta sul valore aggiunto legale valida di volta in volta e di alcune spese supplementari che vengono conteggiate in conformità alla nostra lista dei servizi generalmente valida (lista dei servizi vedi allegato).aer ich kann  

3.3. Se non menzionati e conteggiati espressamente nella nostra offerta, gli eventuali aiuti e strumenti come ad esempio una gru, ponteggi, pedane, ascensori ecc. devono essere messi a disposizione a spese del committente. 

4. Tempo e obblighi di consegna 

4.1. Siamo autorizzati ad eseguire prestazioni parziali.

4.2. Nella misura in cui sono stati pattuiti dei termini di consegna, questi sono sempre senza impegno e valgono soltanto approssimativamente, a meno che non sia stato espressamente concordato per iscritto un negozio fisso. 

4.3. Le lotte del lavoro e tutti i casi di forza maggiore, che pregiudicano la capacità di fornitura sia presso di noi, presso i fornitori o nei trasporti, in particolare anomalie di funzionamento imprevedibili, difficoltà tecniche imprevedibili, interruzioni nella fornitura di energia e di materie prime, interruzioni del traffico, atti di sovranità o guerra ci esonerano dall’obbligo della fornitura per la durata degli effetti più un congruo tempo di avviamento. Nel caso di successiva impossibilità subentra la completa liberazione. Se gli impedimenti di cui sopra durano per oltre 3 mesi, i partner contrattuali sono autorizzati, escludendo qualsiasi diritto a dei risarcimenti dei danni, a recedere dalla parte ancora inadempiuta del contratto. I diritti al risarcimento dei danni nel caso di inadempienza del termine di consegna sono esclusi anche per terzi. 

4.4. Nonostante altri diritti, possiamo scioglierci dal contratto se dopo la stipulazione del contratto sorgono dei motivati dubbi riguardo all’affidabilità del committente, in particolare se il committente, dopo fissazione di termine con minaccia di rigetto, non paga un credito in scadenza, se sul suo patrimonio viene inoltrata la richiesta della procedura di insolvenza o se egli interrompe i suoi pagamenti.

4.5. Il committente cade in mora di accettazione e nei nostri confronti è tenuto al risarcimento dei danni, se non prende in consegna in tempo la fornitura o la rifiuta del tutto o se in qualsivoglia modo omette un atto di collaborazione.

4.6. Se la consegna è concordata a richiesta, il committente è tenuto a richiedere la fornitura entro un congruo termine, al più tardi dieci giorni feriali dalla comunicazione della disponibilità della richiesta. Se la richiesta non avviene in tempo o non è completa, siamo autorizzati ad immagazzinare la merce a spese e pericolo del committente. Se il committente non richiede la merce entro un congruo termine supplementare fissato da noi – con rimando alle conseguenze giuridiche – alla scadenza del termine la merce è considerata come richiesta e fornita. In quel momento il committente è obbligato al pagamento immediato.

5. Invio, passaggio dei pericoli

5.1. Eccetto differente pattuizione, la fornitura avviene franco magazzino principale del committente, senza scarico. Con la presa in consegna della merce, il rischio dell’accidentale perimento e dell’accidentale deterioramento della merce passa al committente. 

5.2. Nel caso di un ordine da ritirare, questo rischio passa al committente dopo la messa a disposizione per il ritiro e la comunicazione al committente che la messa a disposizione è avvenuta.

5.3. Nel caso di forniture comprese di montaggio dei vetri da parte nostra, questo rischio passa al committente dopo l’avvenuto montaggio dell'elemento. 

6. Imballaggio e trasporto

6.1. Il tipo dell’imballaggio viene stabilito da noi. Se il committente desidera un modo di imballaggio diverso, si assume la responsabilità per i danni durante il trasporto e l'immagazzinamento. Eventuali spese supplementari sono fatturate separatamente. 

6.2. I cavalletti per il trasporto del vetro rimangono in nostra proprietà. Il committente ci comunica per iscritto, quando questi cavalletti possono essere ritirati da noi sul posto della fornitura. Sta poi a noi decidere, quando e come riportare indietro i cavalletti vuoti. Sosteniamo noi le spese per la riconduzione dal nostro luogo di fornitura. Ci riserviamo il diritto di fatturare le unità danneggiate o perse. I cavalletti, la cui disponibilità al ritiro non ci è stata comunicata per iscritto neppure dopo due mesi, sono fatturati al committente al prezzo di CHF 500.- - CHF 2'200.-/pezzo a seconda delle dimensioni del cavalletto. Il cliente è tenuto a depositare i vuoti per il ritiro nel luogo di ritiro, in modo che siano ben accessibili.  Le eventuali spese supplementari dovute alla mancata osservanza di tale condizione verranno fatturate al cliente.

6.3. Le nostre unità di imballaggio devono essere utilizzate soltanto per scopi di trasporto, ma non come unità di immagazzinamento o per altri scopi. Decliniamo qualsiasi responsabilità per l’utilizzo e il trattamento non conforme allo scopo delle nostre unità di imballaggio. 

6.4. Per poter garantire uno scarico corretto e sicuro, nonché il magazzinaggio dei cavalletti scaricati, nel luogo di scarico deve essere garantita da parte del cliente una superficie livellata con fondamento solido (la dimensione della superficie è correlata al numero/alla quantità di cavalletti/imballaggi da scaricare). Per quanto concerne lo scarico con gru, deve essere messa a disposizione una superficie pari almeno a 75 m2 (7,5 x 10 m). In caso di mancato rispetto di questi due punti, il conducente può rifiutare lo scarico. Eventuali costi per la ripresa della merce, il tempo d'attesa o un altro luogo di scarico verranno addebitati al cliente.

6.5. I nostri clienti devono provvedere alla protezione e alla messa in sicurezza da eventuali influssi atmosferici dei cavalletti scaricati in cantieri e depositi (pericolo di ribaltamento in caso di forti folate di vento).

7. Garanzia

7.1. A causa delle proprietà particolari delle merci e del pericolo di danneggiamenti, il committente è obbligato a controllare immediatamente la merce fornita. Tutti i difetti evidenti e/o riconoscibili all’imballaggio e/o ai prodotti, quantità mancanti o forniture errate devono essere eccepiti immediatamente per iscritto, al più tardi tuttavia entro otto giorni, indicando il genere del vizio, in ogni caso comunque prima della lavorazione, dell’inserimento o di altro utilizzo, altrimenti decadono tutti i diritti riguardo ai relativi vizi.  Inoltre, entro un congruo termine, ci deve essere concessa la possibilità di prendere visione del vizio contestato.  

7.2. Sebbene i nostri manufatti vengano prodotti con la massima cura, nel singolo caso la diversità delle materie prime o altri fattori non controllabili possono influenzare il prodotto finale. Nella misura in cui influenze in merito si muovono nell’ambito delle tolleranze e norme usuali del ramo o se non causano considerevoli diminuzioni del valore o dell’idoneità della merce, il committente non ha diritto a garanzia.  

7.3. Inoltre una responsabilità è esclusa in particolare nei seguenti casi: 

  • in caso di danneggiamento dei prodotti dopo la fornitura o il montaggio;
  • in caso di mancata osservanza delle istruzioni, delle informazioni sul prodotto e la garanzia, delle istruzioni per l’uso o delle altre informazioni, utili per evitare i danni al prodotto;
  • nel caso di operazioni di pulitura improprie come in particolare nel caso di pulizia con oggetti e detersivi abrasivi e graffianti.
  • se dopo la fornitura della merce, il committente o terzi hanno effettuato delle modifiche alla merce senza il nostro previo consenso scritto. 
  • rottura in caso di vetri di sicurezza temprati a seguito dell’inclusione del solfuro di nickel. A tale riguardo raccomandiamo un modello VSG (vetro di sicurezza stratificato) costituito da TVG (vetro parzialmente temprato) oppure ESG-H (vetro di sicurezza temprato con Heatsoak-Test) in caso di facciate sporgenti per evitare danni materiali e fisici dovuti alla caduta dei frammenti di vetro. 

7.4. Se la qualità della merce è contestata a giusto titolo, abbiamo il diritto a nostra scelta di cambiare o ripassare la merce, concedere uno sconto o di ritirarla dietro restituzione del pagamento. Se la riparazione dovesse fallire o se la fornitura di sostituzione dovesse essere nuovamente difettosa o se la riparazione o la fornitura di sostituzione non dovessero avvenire entro congruo termine, allora il committente ha il diritto, a sua scelta, a ridurre il pagamento in conformità alla riduzione del valore in seguito al vizio (riduzione) o ad esigere la rescissione del contratto (risoluzione). 

7.5. Di regola, nel caso di contestazioni giustificate e reclami tempestivi, forniamo la sostituzione gratuita degli elementi difettosi della vetratura. I costi per gli eventuali lavori di sostituzione e/o riparazione sono previsti fino a un massimo di CHF 50 - /m2 di superficie vetrata. In caso di costi effettivi inferiori, saranno assunti soltanto tali costi. Il limite massimo della nostra partecipazione alle spese resta in ogni caso la menzionata cifra di CHF 50- /m2 di superficie vetrata. Qualora i costi effettivi siano inferiori a CHF 50/m2, saranno assunti soltanto tali costi ufficialmente documentati. Sono esclusi ulteriori diritti alla sostituzione o al rimborso di spese concernenti ad esempio, la gru, i ponteggi, ecc. 

7.6. Tutte le altre ulteriori rivendicazioni del committente, in particolare per danni conseguenti dei vizi diretti o indiretti – compreso il lucro cessante – sono esclusi nella misura in cui questa esclusione è permessa dalla legge. Non si risponde per danni causati da vetrature da installazione, vetrate sostitutive e di emergenza, lavori di ritocco o di riparazione eseguiti dal committente o da terzi senza il nostro previo consenso scritto. Il committente è tenuto ad esonerarci da tali richieste. In particolare si rifiuta l’assunzione dei costi, se al momento dell’impartizione dell’ordine, ulteriori dettagli provenienti da contratti del committente con altri partner contrattuali non sono noti e non sono espressamente confermati per iscritto da noi al momento dell’accettazione dell’ordine. 

7.7. Per gli incollaggi a raggi UV il massimo termine di garanzia è di 24 mesi. Ciò tuttavia solo se l’incollaggio a raggi UV non sia stato esposto ad agenti non consentiti quali l’umidità. (Vedi i dati sui vetri incollati a raggi UV sul nostro sito web). 

7.8. Per i componenti elettrici vige un termine di garanzia di 2 anni dal giorno della consegna. Sostituiamo i componenti difettosi gratuitamente, senza assunzione dei costi di cambio. La garanzia sussiste solo se vengono osservate le condizioni di installazione, operative e ambientali conformi alle prescrizioni d’uso. La garanzia decade in caso di manipolazione, riparazione, elaborazione, stoccaggio inadeguati o in caso di utilizzo di pezzi non originali.

8. Altri diritti al risarcimento del danno

8.1. Sono esclusi i diritti al risarcimento del danno del committente per qualsivoglia motivo giuridico, in particolare a causa della violazione di obblighi derivanti dal rapporto di obbligazione e da atto illecito. 

8.2. Questo non vale nella misura in cui la legge prevede una responsabilità cogente, ad esempio derivante dalla legge federale sulla responsabilità per danno da prodotti, nei casi di dolo, della colpa grave, per danni fisici, a causa dell'assunzione di una garanzia per l’esistenza di una caratteristica o della violazione di obblighi contrattuali essenziali. Tuttavia, il rimborso del danno per la violazione di obblighi contrattuali essenziali è limitato al prevedibile danno tipico del contratto, nella misura in cui non esiste dolo o colpa grave o per danni fisici o se si garantisce per l’assunzione di una garanzia per l’esistenza di una caratteristica. Alle regole di cui sopra non è connessa una modifica dell’onere della prova a scapito del committente. 

9. Pagamento

9.1. Il calcolo avviene il giorno della spedizione o della disponibilità al ritiro. 

9.2. Le nostre fatture devono essere pagate – eccetto che un altro obiettivo di pagamento non sia stato pattuito contrattualmente o risulti dalla fattura – entro 30 giorni dalla data di emissione senza detrazioni.

9.3. Con il superamento dell’obiettivo di pagamento e quindi con il verificarsi della mora si calcolano, salvo restando l’esercizio di ulteriori rivendicazioni, interessi di mora dell’8% oltre il tasso di interesse di base della Banca Nazionale Svizzera BNS valido il giorno dell’entrata in mora. 

9.4. Siamo autorizzati ad imputare i pagamenti in arrivo dapprima ai crediti più vecchi, poi alle spese di interessi della prestazioni principale ed infine alla prestazione principale stessa. I diritti di compensazione o di ritenzione spettano al committente soltanto quando le sue contropretese sono stabilite in modo legalmente valido, non sono contestate o sono riconosciute da noi. Inoltre il diritto di retenzione sussiste soltanto, se la contropretesa fatta valere si basa sul medesimo rapporto contrattuale alla base della nostra pretesa. L’accettazione di assegni avviene soltanto in casi eccezionali, non si accettano cambiali. 

9.5. Se il committente cade in mora o se dopo la conclusione del contratto si viene a conoscenza di circostanze che fanno dubitare della solvibilità o dell’affidabilità del committente (ad esempio cessazione dei pagamenti, apertura della procedura di insolvenza), abbiamo il diritto di esigere il pagamento dell’intero debito residuo.  Siamo inoltre autorizzati ad esigere pagamenti anticipati o garanzie. 

9.6. Se il valore dell’ordine supera CHF 20’000.-, allora siamo autorizzati ad esigere i seguenti acconti: 

  • Per ordini con sola fornitura del vetro: 1/3 al momento della commanda, 1/3 prima della consegna, 1/3 dopo la consegna (con le condizioni di pagamento accordate)
  • Per ordini con fornitura e posa del vetro: 1/3 al momento della commanda,  1/3 prima del inizio posa, 1/3 dopo la posa (con le condizioni di pagamento accordate)

10. Riserva di proprietà

10.1. Ci riserviamo la proprietà alla merce fornita sino a quando tutti i crediti derivanti dal rapporto commerciale sono estinti. Questo vale anche quando i singoli o tutti gli importi sono inseriti in una fattura corrente e il saldo è stato tirato e accettato. Come pagamento vale la ricezione del controvalore presso di noi. Nel caso di comportamento non conforme al contratto del committente – in particolare in caso di ritardato pagamento – siamo autorizzati a riprendere la merce, a marcarla a questo proposito e ad accedere all’immobile industriale. La ripresa della merce da noi fornita non rappresenta un recesso dal contratto, a meno che noi lo dichiarassimo espressamente per iscritto. 

10.2. Il committente esegue un’eventuale lavorazione della merce per noi, senza che per noi ne conseguano degli obblighi. Nel caso di lavorazione o di combinazione con oggetti estranei non appartenenti a noi, acquisiamo la comproprietà alla nuova cosa in rapporto al valore fatturato della merce gravata da riserva di proprietà con le altre cose al momento della lavorazione o della combinazione. Se il committente acquista la proprietà esclusiva alla cosa combinata, perché la cosa del committente al momento della combinazione deve essere considerata cosa principale, allora i partner contrattuali sono d’accordo che il committente ci concede comproprietà nel rapporto di cui sopra alla nuova cosa. La nuova cosa, che il committente conserva gratuitamente per noi, è merce gravata da riserva di proprietà ai sensi di questa disposizione. 

10.3. Se la merce gravata da riserva di proprietà viene venduta o utilizzata in costruzioni, vale a dire viene utilizzata per l’adempimento di un contratto d’opera, allora il committente cede già adesso a noi i crediti di acquisto o del corrispettivo contratto d’opera per l’importo del valore della fattura della merce da noi fornita, indifferentemente dal fatto che la merce gravata da riserva di proprietà venga venduta senza o dopo la lavorazione, da sola o insieme a cose estranee o ad a uno o più acquirenti. I crediti accessori connessi alla merce gravata da riserva di proprietà – in particolare i crediti assicurativi – vengono anche ceduti per la stessa entità. Noi accettiamo questa cessione.

10.4. La merce gravata da riserva di proprietà può essere venduta soltanto nell’andamento degli affari regolare.  Altre disposizioni – in particolare cessioni in pegno o trasferimento di proprietà a titolo di garanzia – non sono permessi. Una rivendita deve avvenire sotto riserva di proprietà. 

10.5. Nel caso di pignoramenti, sequestri o disposizioni o interventi di altro genere di terzi riguardo alla merce gravata da riserva di proprietà, il committente è tenuto a fare notare espressamente, che si tratta di merce gravata da riserva di proprietà ed inoltre ad informarci immediatamente per iscritto. 

10.6. Nell’ambito della regolare gestione, il committente continua ad essere autorizzato alla riscossione del credito ceduto, nella misura in cui egli adempie ai suoi obblighi di pagamento nei nostri confronti. L’autorizzazione di riscossione decade, se il committente cade in mora di pagamento o in qualsivoglia modo in stato di insolvenza. Per quanto riguarda il credito ceduto, il committente non è autorizzato a concordare un rapporto di conto corrente o un divieto di cessione. Nella misura in cui ciò nonostante tra il committente e il suo cliente dovesse essere concordato un rapporto di conto corrente, il credito precedentemente ceduto si riferisce anche al saldo riconosciuto come anche, in caso di insolvenza del cliente, anche al saldo disponibile.

10.7. Su richiesta, il committente è tenuto a dimostrarci singolarmente i suoi crediti ceduti a noi e a comunicare ai suoi debitori l’avvenuta cessione. Ci riserviamo il diritto di informare i debitori del committente della cessione e di incassare noi stessi i crediti. Non appena facciamo uso di questo diritto, il committente è tenuto a metterci a conoscenza di tutti i crediti ceduti e di tutti i relativi debitori e a darci tutte le informazioni necessarie per l’incasso dei crediti nonché di fornirci tutti relativi documenti. 

11. Luogo di adempimento, foro competente e altri accordi

Nella misura in cui non è pattuito diversamente, il luogo di adempimento per tutte le forniture e tutti i pagamenti è la sede dello stabilimento di consegna. Unico foro competente per tutte le azioni derivanti dal contratto di fornitura è la sede dello stabilimento di fornitura, nella misura in cui non ci sono cogenti disposizioni di legge contrarie. Abbiamo il diritto di intentare azioni contro i committenti anche presso il loro legale foro competente. 

Vige esclusivamente il diritto svizzero con in particolare l’esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionali di merci (CSIG – NU diritto di acquisto di Vienna). 

Nel caso di questa versione si tratta di una traduzione dall’edizione originale in tedesco. Come base legale fa fede il testo originale tedesco. 

12. Integrazioni del contratto

Se una delle disposizioni di cui sopra dovesse essere o diventare inefficace o essere esclusa da un singolo accordo contrattuale o da causa di altro genere, allora ciò non tange la validità delle rimanenti disposizioni. Una disposizione inefficace deve essere sostituita con un’altra disposizione che si avvicini al massimo al suo senso in relazione legale ed economica. 

Flachglas Schweiz

Allegato: Lista dei servizi

Editione: 30-07-2018

Torna su

X

Durch die Nutzung der Website erklären Sie sich damit einverstanden, dass diese Cookies verwendet.